7.7 C
Crotone
Dicembre,7,2021

REGIONALI, LETTA E CONTE SI VEDONO: NO ALL’IPOTESI FALCONE

Ci sarà un nuovo confronto tra Enrico Letta e Giuseppe Conte per verificare se – e come – sia possibile un’alleanza tra Pd e M5S in Calabria, con i dem alle prese con il passo indietro di Nicola Irto. Nell’attesa, è stato aggiornato il tavolo del Pd calabrese con il responsabile Enti locali dem, Francesco Boccia. Stefano Graziano avrebbe rimesso il proprio mandato di commissario dei dem calabresi nelle mani di Enrico Letta. Graziano in questi mesi ha cercato di tenere unito partito e centrosinistra attorno alla candidatura Irto. Un lavoro che secondo quanto si è appreso sarebbe stato messo in discussione dal vicesegretario Peppe Provenzano che avrebbe cercato una soluzione diversa rispetto a quella individuata nella candidatura di Nicola Irto. Provenzano lo ha fatto non per colpire Irto, ma più semplicemente perché era chiaro che tenere insieme la candidatura Irto e perseguire l’alleanza con i 5 Stelle era improponibile: una contraddizione in termini, dopo le dichiarazioni di Giuseppe Conte. L’ex premier pentastellato si starebbe muovendo ed è ottimista sull’esito del confronto. Sono in corso diversi contatti Pd e M5s sulla Calabria, con la discussione che si è estesa anche al prossimo voto per il sindaco di Cosenza per tentare di individuare soluzioni comuni. Anna Falcone, annunciata come vice di Luigi de Magistris, avrebbe già l’ok di Conte. Ma non convince il Pd. Anche se con la Falcone in campo potrebbe convergere anche Luigi De Magistris. Si è fatto il nome del docente universitario Nuccio Ordine. Ma sembrerebbe avere già declinato l’invito. Circola anche il nome del sindaco di Soverato Ernesto Alecci. Ma i 5 Stelle insistono: chiedono di convergere su una candidatura civica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Notizie Oggi