7.2 C
Crotone
Dicembre,1,2021

IL CROTONE SI SPALANCA LE PORTE ALLA RETROCESSIONE. A PERUGIA UN ALTRO KO

Se il Crotone ha deciso di collezionare la seconda retrocessione di fila, niente paura: è sulla strada giusta! Perché l’incomprensibile spettacolo offerto a Perugia porta solo da una parte: in Serie C. Diventa anche difficile e complicato poter dare un giudizio sulla prestazione e sui calciatori senza rischiare di essere offensivi (sotto il profilo professionalmente naturalmente) perché quella del Curi può essere etichettata come la più brutta gara della stagione al pari dei ko casalinghi contro Lecce e Benevento. E dà particolarmente fastidio vedere che i flop continuano ad arrivare sempre dagli stessi: Molina in primis ma anche Vulic e qualche difensore sopravvalutato. E pensare che Pasquale Marino aveva benedetto la sosta, lo avrebbe dovuto aiutare a scoprire meglio la squadra, trovare i giusti accorgimenti, mettere i calciatori giusti al posto giusto. E invece niente. Anche la sua gestione è negativa: un punto in tre gare ma non è certo colpa sua. La sconfitta col Perugia è arrivata al cospetto di una squadra che non ha dimostrato niente di trascendentale. Una normale e modesta squadra neopromossa in Serie B che però è stata scaltra a sfruttare le amnesie (se le vogliamo proprio chiamare così) dei rossoblù. Che adesso cominciano a diventare tante e troppe. Gli errori clamorosi di Donsah e Molina col Lecce, di Nedelcearu con l’Alessandria, di Zanellato a Frosinone e quello di Molina al Curi si infilano uno dietro l’altro in una collezione horror che si tramuta in questi numeri: 13 partite, 8 punti, una sola vittoria, 5 pareggi e sette sconfitte con 13 gol segnati e 24 subiti per una strameritata 18° posizione in classifica. E tutto ciò dopo la retrocessione dalla Serie A. E allora chiamiamo le cose col proprio nome e cognome perché a questo punto, dopo anche il cambio del tecnico, il responsabile di questo sfacelo è uno solo: il progetto tecnico della società. E non ce ne voglia nessuno perché un conto è retrocedere dalla Serie A dove l’esperienza è relativa e sei candidata alla retrocessione. Altra cosa è presentarsi al via in un campionato di Serie B (il tuo campionato caro Crotone) con una rosa così scarsa e male assortita. Mancano 44 giorni all’apertura del mercato (perché c’è da fare un repulisti totale) e senza aspettare però il 31 di gennaio con la speranza di risparmiare come è stato fatto a gennaio. Perché a quel punto si può giù pensare a organizzare le partite per la Serie C e ad abbonarsi a Eleven Sport, se qualcuno avrà ancora la voglia e il fegato di vedere giocare il Crotone

PERUGIA 2

CROTONE 0

Marcatori Lisi al 31’ p.t.; Matos al 41’ s.t.

PERUGIA (3-5-2) Chichizola 6; Sgarbi 6,5, Angella 6 (dal 42’ p.t. Curado 6), Dell’Orco 6; Falzerano 6 (dal 29’ s.t. Ferrarini s.v.), Santoro 6,5, Burrai 6,5 (dal 29’ s.t. Kouan s.v.), Segre 6,5, Lisi 7 (dal 39’ s.t. Righetti s.v.); De Luca 6 (dal 39’ s.t. Vanbaleghem s.v.), Matos. PANCHINA Fulignati, Righetti, Gyabuaa, Murano, Murgia, Ghion,, Bisnchimano, Zanandrea. ALLENATORE Alvini 6,5
CROTONE (4-3-3) Festa 5,5; Molina 4, Canestrelli 5, Paz 4,5, Sala 5 (dal 39’ s.t. Giannotti s.v.); Benali 4,5 (dal 22’ s.t. Zanellato 5), Vulic 4,5 (dal 15’ s.t. Estevez 5), Donsah 5,5; Borello 5 (dal 1’ s.t. Maric 5), Mulattieri 5, Kargbo 4,5 (dal 22’ s.t. Oddei 4,5). PANCHINA Saro, Pasqua, Nedelcearu, Mondonico, Cuomo, Rojas, Schirò. All. Marino 5
 ARBITRO Minelli di Varese 6

 

 

Notizie Oggi