24.1 C
Crotone
Maggio,18,2022

IL CROTONE RICOMINCIA CON UN PAREGGIO A COMO. MARIC RISPONDE A CERRI

Il nuovo campionato, così come lo ha definito Modesto alla vigilia della gara del Sinigallia, comincia con un pareggio contro il Como. Gara strana, frizzante, caratterizzata da una miriade di errori da parte di tutti, arbitro compreso. C’era da capire lo stato di salute di un Crotone post Covid che in pratica si è allenato solo gli ultimi tre giorni in maniera collettiva, che aveva fuori una mezza dozzina di calciatori tra squalificati, infortunati e non convocati e tutto sommato l’undici che Modesto è riuscito a mettere in campo ha fatto il suo dovere portando a casa un pareggio che era l’obiettivo minimo. Indovinare la formazione del Crotone alla vigilia era come fare il 6 al Superenalotto e infatti a leggere gli undici scesi in campo scommettiamo che in molti hanno strabuzzato gli occhi. La novità assoluta è stata quella di Visentin titolare insieme a Schirò e i due non hanno deluso, anzi. Mulattieri in panca ma questo si sapeva e dei nuovi arrivati solo Awua, scelta scontata e obbligata, era tra gli undici in campo al fischio iniziale. Il Crotone aveva sicuramente dimenticato la gioia della vittoria col Pordenone di oltre un mese fa, diversamente il Como che contro la Cremonese sette giorni fa aveva dovuto arrendersi. Un buon avvio quello dei rossoblù, con carattere e sicurezza, con una palla gol al 17 sulla quale il Como si salva. Ma quando i lariani si sono affacciati per la prima volta in area al 22’ Canestrelli ingenuamente strattona la maglia di Cerri che finisce a terra. L’arbitro è a due passi e indica il dischetto. Lo stesso Cerri trasforma. Passano 7 minuti e l’ingenuità la commette Iovine all’interno della sua area intervenendo su Borello. L’arbitro è vicinissimo e anche questa volta indica il dischetto. Maric pareggia i conti. Giannotti, uno dei migliori, cerca col sinistro la via del gol ma senza fortuna e il primo tempo va in archivio senza nessun’altra emozione se non con un pizzico di paura per una zuccata violenta tra Awua e Varnier rimasti entrambi negli spogliatoi. Nel secondo tempo parte bene il Como che crea qualche grattacapo ai rossoblù che con un po’ di affanno riescono a resistere per poi prendere le redini della gara. Borello chiama ad una super parata Facchin che gli devia un sinistro in angolo. La gara è un alternarsi di azioni da una parte e dall’altra. Cominciano anche a muoversi le panchine. Esordio per Blanco nel Como e Schnegg per il Crotone. Spazio poi al rientrante Mulattieri mentre Giannotti scodella un pallone sul quale Cuomo, a due passi dalla porta, non trova la direzione per metterla dentro. Gattuso inserisce Gabrielloni che una manciata di secondi dopo va in gol. Il Var richiama l’arbitro Paterna che annulla per un visto fallo ai danni di Canestrelli. Lariani che reclamano il rigore per un tocco di Visentin con un braccio che però era poggiato a terra, anche in questo caso l’arbitro lascia correre. Sbaglia invece in pieno recupero quando col Crotone tutto proiettato in avanti, non concede il vantaggio ai padroni di casa, fischiando un fallo contro Schirò a centrocampo con tanto di cartellino rosso a molti apparso esagerato. E al 96’ è il secondo assistente che annulla il gol vittoria al Como per un evidente posizione di fuorigioco sempre di Gabrielloni.

COMO 1
CROTONE 1
Marcatori Cerri (Co) su rigore al 22’, Maric (Cr) su rigore al 29′ p.t.
Como (4-4-2) Facchin 6; Iovine 5,5, Varnier 6 (dal 1’ s.t. Solini 6), Scaglia 6, Cagnano 5,5; Peli 5,5, Arrigoni 6 (dal 38’ s.t. Kabashi s.v.), Bellemo 6, Gatto 6 (dal 20’ s.t. Blanco 5), Cerri 6 (dal 38’ s.t. Gabrielloni 6), La Gumina 5 (dal 27’ s.t. Gliozzi 5). Panchina Bolchini, Zanotti, Allievi, Bertoncini, Ioannou, Bovolon, Luvumbo. Allenatore Gattuso 6
Crotone (3-4-2-1) Festa 6; Visentin 6, Canestrelli 5,5, Cuomo 5,5; Mogos 6 (dal 22’ s.t. Schnegg 5,5), Awua 6 (dal 1’ s.t. Vulic 5), Schirò 6, Sala 6,5 (dal 45’ s.t. Paz s.v.); Borello 6 (dal 30’ s.t. Mulattieri 6), Giannotti 7; Maric 6,5. Panchina Contini, Saro, Serpe, D’Aprile, Tutyskinas. All. Modesto 6
Arbitro Paterna di Teramo 5
Espulsi Schirò (Cr) al 49’ s.t.
Ammoniti Visentin (Cr), Awua (Cr), Scaglia (Co)

Notizie Oggi