11 C
Crotone
Aprile,17,2021

LA CREMONESE AFFONDA IL COSENZA. MOGOS E PAULINHO CONDANNANO I ROSSOBLU

Vince la Cremonese la sfida dello “Zini” con il Cosenza (2-0), che perde la terza gara in campionato (compresa la sconfitta per la gara non disputata con l’Hellas Verona) e resta nei bassifondi della classifica. I grigiorossi di Mandorlini continuano nella loro striscia positiva salendo al quarto posto in classifica, insieme al Cittadella, dietro Benevento, Pescara e Verona. Gli uomini di Braglia non trovano nemmeno in Lombardia la via del gol, che diventa sempre più il vero problema di questo tremendo inizio di campionato. Solo due le reti siglate per i cosentini, da Maniero ad Ascoli alla prima giornata e da Tutino nella sfida di sabato scorso al San Vito-Marulla con il Livorno. All’assenza del gol si aggiungono i sei gol subiti, per Braglia tanti i problemi da risolvere in vista della gara di domenica con il Perugia. CRONACA – Mandorlini rispolvera dal primo minuto Paulinho e rientrano anche Carretta dall’infortunio e Greco dalla squalifica; Kresic sostituisce Claiton, con a centrocampo Croce con Emmers, mentre Arini va ad accomodarsi in panchina. Tra le fila rossoblu ampio turnover anche per mister Braglia, che lascia in panca Saracco, Legittimo, Corsi e Tutino mandando in campo Cerofolini tra i pali, Tiritiello e Bearzotti sull’out destro, Verna a dare peso al centrocampo, lasciando il peso dell’attacco a Maniero, con Mungo a sostegno. Il Cosenza prova a rendersi pericoloso nei primi minuti, ma la difesa grigiorossa fa buona guardia. La Cremonese alza il baricentro e al 25’ prova a rendersi pericolosa con Castrovilli: la conclusione al volo su imbeccata di Croce è preda di Cerofolini. Al 28’ problema muscolare per Migliore, che lascia la corsia di sinistra a Renzetti. Due minuti più tardi è la Cremonese trova il vantaggio. E’ il rumeno Mogos, che dai 20 metri esplode un destro su cui nulla può Cristofolini. Al 34’ gli ospiti provano a raddrizzare il risultato, con Garritano che raccoglie una respinta corta, ma manda il pallone a lato. Al 40′ l’occasione più ghiotta per gli uomini di Braglia. Garritano impegna Radunovic, che non trattiene e serve involontariamente Maniero, che sbaglia clamorosamente a pochi passa dalla porta. Nella ripresa il Cosenza entra in campo più convinto e mette pressione ai padroni di casa. Braglia inserisce Corsi al posto Bearzotti, per dare nuova linfa ai suoi sull’out destro. Ma al 53′ la squadra di Mandorlini trova il raddoppio con Paulinho, che anticipa Dermaku, su preciso crosso di Emmers. Al 60′ il tecnico cosentino prova la carta Tutino. Mandorlini risponde con l’ingresso di Arini, al posto di uno stremato Emmers. Entra anche Perez, che sostituisce Maniero, ma il risultato non cambia. Finisce con i giocatori della Cremonese a festeggiare con i propri tifosi ed il Cosenza che a testa bassa fa rientro negli spogliatoi. [Foto LaPresse]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Notizie Oggi