27.3 C
Crotone
Aprile,15,2024

Uccise la moglie nel giorno della festa della donna: ergastolo per Alfonso Diletto

La corte d’assise di Catanzaro ha inflitto la condanna all’ergastolo ad Alfonso Diletto, il pensionato 70enne di Cutro, che l’8 marzo del 2022 ha ucciso l’ex moglie, Vincenzina Ribecco. L’uomo non si era rassegnato alla separazione decisa dalla vittima dopo anni di continue vessazioni. Una situazione drammatica che la donna aveva raccontato ai parenti ma, senza aver mai presentato una denuncia per violenze o stalking. Alfonso Diletto e Vincenzina Ribecco si erano separati circa un anno e mezzo prima del delitto, per le forti incomprensioni tra i due.
L’uomo – che ha precedenti penali per reati contro il patrimonio e le persone – se n’era andato ad abitare a Cutro, mentre Vincenzina – che lavorava come operaia stagionale nei villaggi turistici della zona – era rimasta nella frazione San Leonardo dove viveva con il figlio. L’8 marzo del 2022 Alfonso Diletto si presentò a casa di Vincenzina Ribecco. la donna non gli aprì, pregandolo di andarsene. Lui a quel punto estrasse la pistola, un’arma clandestina che portava in tasca, e sparò da dietro la porta finestra colpendo la donna al cuore ed uccidendola all’istante. L’arma, su indicazione dello stesso Diletto, venne rinvenuta dai carabinieri il giorno dopo in un fosso lungo la strada che conduce da San Leonardo a Cutro. I giudici hanno accolto in toto la richiesta di condanna al carcere a vita avanzata dal pubblico ministero Pasquale Festa e hanno sottoposto l’uomo anche a due mesi di isolamento diurno.

Notizie Oggi