23 C
Crotone
Aprile,12,2024

Dai fischi agli applausi. Il Crotone rimonta contro la Viterbese e si assicura il secondo posto

Dopo 4 pareggi di fila in casa il Crotone torna a vincere allo Scida ma lo fa con tanta fatica e con tanti interrogativi ai quali però è facile dare una interpretazione. La stagione ormai non ha più niente da chiedere: il Catanzaro è meritatamente in B, il Crotone è secondo (adesso anche aritmeticamente) e appare naturale che la concentrazione non è al top. Crotone-Viterbese, un altro testacoda che serve solo ai laziali. Che si devono salvare sperando di acciuffare i playout. Ecco che le motivazioni fanno la differenza. Crotone ormai scarico e con poco o nulla da chiedere alla stagione in attesa degli spareggi. Viterbese che alla terza in pochi giorni opta per un ricambio di qualità che nei primi minuti mette in apprensione il Crotone. Che trotterella in campo e le posture e gli atteggiamenti tradiscono un livello di concentrazione non proprio ottimale e nemmeno quello che aveva chiesto Zauli. Ed ecco il gol di Semenzato che la gira in porta senza la dovuta pressione. Un Crotone senza stimoli, quasi svuotato con una Viterbese brava a rubare spesso il controllo del gioco a centrocampo dove Petriccione e Vitale non brillano per dinamismo con pochi palloni controllati e messi a disposizione di D’Errico e Chiricò. Al Crotone, che colpisce un estemporaneo palo con Petriccione, manca la rabbia e la voglia di vincere la gara, cosa che tutti si aspettano dopo il riposo. E Zauli mette mano ai cambi prima della ripresa con l’inserimento di Giron e Awua. Ma arriva il raddoppio che nessuno aveva messo in considerazione. Il braccio di Cuomo è largo sul tiro di Barillà e per l’arbitro è facile vedere e indicare il discetto. Barillà trasforma ma da questo momento in poi il Crotone cambia passo. Zauli Richiama Spaltro in panchina per Calapai, il modulo diventa con la difesa a 4 e dalle fasce cominciano ad arrivare cross in area. Tribuzzi la gira in rete alla perfezione,. poi ci pensa Gomez ad acciuffare il pareggio e a 4′ dalla fine D’Errico regala la vittoria al Crotone con la collaborazione pesante del portiere Bisogno. Due volti nella stessa con un Crotone arrabbiato dopo il 2-0 ospite che ha risposto così anche ai fischi del pubblico che vorrebbe vedere sempre vincere i suoi beniamini. E vittoria è stata anche se di rimonta, la prima di Zauli in casa ma gare così il Crotone probabilmente ne giocherà ancora. Perchè se a 5 giornate dalla fine il campionato è già finito, quello vero (i playoff per intenderci) inizierà il 16 maggio. Ed è ancora troppo presto per mettere pressione al gruppo.

Notizie Oggi