17.9 C
Crotone
Aprile,17,2024

'Ndrangheta: 23 arresti tra Vibo, Cosenza, Como e Monza

L’operazione, denominata “Costa pulita”, è stata condotta da personale delle squadre mobili di Vibo Valentia e Catanzaro e dello Sco della Polizia di Stato, dai carabinieri del reparto operativo di Vibo Valentia e della Compagnia di Tropea e dai finanzieri del Gico di Catanzaro. Indagini dirette dai pm Camillo Falvo e Pierpaolo Bruni e coordinate dal procuratore della Repubblica facente funzioni Giovanni Bombardieri. Accuse di associazione di stampo mafioso, estorsione, intestazione fittizia di beni, detenzione e porto illegale di armi e sostanze esplodenti. Indagati anche ex amministratori locali. L’indagine “Costa pulita” ha consentito anche di svelare l’ingerenza del clan Accorinti sulle cerimonie religiose della zona. In particolare, durante la processione a mare della Madonna del Monte Carmelo, che si svolge ogni 15 luglio a Briatico, i carabinieri durante il servizio di osservazione, hanno constatato che la statua della Vergine veniva trasportata a bordo dell’imbarcazione denominata “Etica” condotta proprio da Antonino Accorinti, indicato come il capo. Un ex parroco del paese ha spiegato agli investigatori che “certi soggetti del luogo dovendo imporre il loro dominio nel paese si indirizzavano alla parrocchia nel tentativo di influenzare e dominarne l’attività pastorale”. Anche la tradizionale cerimonia dell’Affruntata sarebbe stata infiltrata dalla ‘ndrangheta. Infatti, come documentato da tre annotazioni dei carabinieri, “vi è la presenza tra i portatori delle statue di soggetti in massima parte, o riconducibili, o facenti parte delle compagini criminali”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Notizie Oggi