22.3 C
Crotone
Maggio,25,2024

Migranti, cambiano le regole, servono nuovi Cpr in zone a bassa densità abitativa.

Il Governo approva nuove misure per la gestione dei migranti.
Chi sbarca in Italia va rimpatriato. Sale dai 6 a 18 mesi il tempo massimo di trattenimento nei Cpr. La rete dei Centri di permanenza per il rimpatrio sarà potenziata dal Genio militare che realizzerà nuove strutture in località “a bassissima densità abitativa e facilmente perimetrabili e sorvegliabili”, senza creare “ulteriore disagio e insicurezza nelle città italiane”.
Nel prossimo Cdm, poi, ci sarà un altro decreto con la stretta sui falsi minorenni e canali differenziati per l’ingresso di donne, bambini e under 14.
Con la misura deliberata, il tempo di permanenza all’interno dei Cpr torna ai tempi di quando ministro dell’Interno era il leghista Roberto Maroni ed i Centri di chiamavano Cie: 6 mesi, prorogabili per ulteriori 12, per un totale di 18 mesi.
È stato dato mandato al ministero della Difesa di realizzare le strutture nel più breve tempo possibile. Potranno essere caserme, aree militari dismesse o altri edifici che dovranno essere ristrutturati dai genieri militari. E sarà un Dpcm ad individuare i criteri del piano con i nuovi centri.

Notizie Oggi