5 C
Crotone
Novembre,30,2021

IL CROTONE PIEGA LA CAPOLISTA E SI REGALA LA PRIMA GIOIA STAGIONALE

Brutti, sporchi e cattivi è una pellicola di Ettore Scola con una grande interpretazione di Nino Manfredi al quale i parenti vogliono rubare i soldi fino ad avvelenarlo ma senza successo. Ed è stato questo il Crotone visto all’opera contro la capolista magari sostituendo il cattivo con malizioso o furbo. Chi pensava di vedere gara di alto profilo calcistico allo Scida sicuramente avrà sbagliato stadio e magari si potrà rifare gli occhi tra qualche giorno con il City di Guardiola, il Liverpool di Klopp o il Bayern Monaco di Nagelsmann in Champions League. Perché certe partite le vinci solo se sei così: brutto, sporco e… scaltro. La capolista perde la sua verginità stagionale, il Crotone incassa la prima vittoria. Modesto mette una cardarella di cemento alla base di una panchina che alla vigilia scricchiolava. Tre punti pesanti alla seconda di fila in casa con in mezzo la sosta e con tanti problemi per i rossoblù. Squalificati e infortunati non hanno fatto passare una buona vigilia a Modesto che per la prima volta mette in campo Maric e Mulattieri come attaccanti uno a fianco dell’altro. Senza Benali infortunato così come Paz e con Canestrelli squalificato. Sorpresa alla lettura delle formazioni con Vulic in panca e Zanellato titolare. Zanellato che nelle ultime uscite non aveva per niente impressionato, da brutto anatroccolo diventa un favoloso cigno perché prende in mano la squadra e diventa il fato in mediana. Emozioni in abbondanza nel primo tempo quando dopo un minuto e 27 secondi il Crotone passa. Verticalizzazione tra Maric e Mulattieri e gol del capocannoniere del Crotone (con tanto di dedica su una maglietta ad una bimba di Crotone ammalata) che acciuffa in testa alla classifica marcatori Lorenzo Lucca che D’Angelo tiene in panchina alla stregua di Nagy, Cohen ed Hermansson. Nemmeno il tempo di gioire che Mondonico commette una disattenzione regalando un rigore alla capolista per un fallo su Sibilli. Ma dal dischetto il capitano De Vitis non conserva la giusta freddezza e Contini gli respinge il tiro. Si ferma Estevez e lascia a Donsah e passata la paura il Crotone sfrutta un erroraccio di Marsura che in uscita regala la palla a Zanellato che dai 20 metri lascia partire un destro che sbatte sulla schiena di Caracciolo e beffa Nicolas. Il Pisa è pur sempre la capolista, sostenuta poi da almeno duecento tifosi, prova a riaprirla e ci riesce in pieno recupero con una precisa zuccata di Toure. Copione identico alla gara contro l’Ascoli ma con il secondo tempo tutto da giocare. E nei secondi 45 minuti più recupero il Crotone si fa furbo, continua a giocare una gara sporca ma redditizia. Deve fare a meno di Contini che accusa un problema al polpaccio e Festa appena entrato è già chiamato ad un lavoro importante su colpo di testa di Caracciolo. Poi gara spezzettata fino alla fine, senza molte occasioni da gol vere e proprie ma con quella paura da parte dei tifosi del Crotone che anche questa vittoria potesse sfuggire come quella contro l’Ascoli nei minuti di recupero. E invece no. Questa volta l’esperienza e un pizzico di fortuna giocano in favore dei calabresi che si portano a casa la prima vittoria ma soprattutto fanno il pieno di ottimismo in vista della prossima gara ad Alessandria.

CROTONE 2

PISA 1

MARCATORI Mulattieri (C) al 2’, Zanellato (C) al 24’, Toure (P) al 46’ p.t.

CROTONE (3-4-1-2) Contini 7,5 (dal 15’ s.t. Festa 7); Nedelcearu 6, Mondonico 5,5, Cuomo 6; Mogos 6 (dal 15’ s.t. Giannotti 6), Zanellato 7,5, Estevez s.v. (dal 17’ p.t. Donsah 6), Molina 6; Borello 6,5 (dal 29’ s.t. Schirò 6); Maric 6,5, Mulattieri 7. A disp: Festa (GK), Saro, Visentin, Sala, Kargbo, Vulic, Rojas, Juwara, Oddei. All. Modesto 6,5

PISA (4-3-1-2) Nicolas 6,5; Birindelli 5, Caracciolo 5,5, Leverbe 5,5, Beruatto 5; Tourè 6,5, De Vitis 5 (dall’11’ s.t. Nagy 5), Marin 5,5 (dal 25’ s.t. Masucci 5); Mastinu 5 (dall’11’ s.t. Lucca 5); Marsura 5,5 (dal 37’ s.t. Cohen 5), Sibilli 5 (dal 37’ s.t. Di Quinzio 5). A disp: Livieri, Dekic, Hermansson, Curci, Cisco, Fischer, Seck, Piccinini. All. D’Angelo 5,5

ARBITRO Baroni di Firenze 5

AMMONITI Borello (C), Mogos (C), Birindelli (P), Molina (C), Giannotti (C) tuti per gioco scorretto

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Notizie Oggi