17.8 C
Crotone
Maggio,22,2024

Giornate Dermatologiche Calabresi 2024, appuntamento a Catanzaro il 18 ed il 25 maggio

Torna il consueto appuntamento con le Giornate Dermatologiche Calabresi 2024, un importante momento di aggiornamento scientifico nel campo della dermatologia, con un ampio raggio di interesse regionale e interregionale, che coinvolge professionisti provenienti dalle regioni Sicilia, Campania e Basilicata. Quest’anno, l’evento si svolgerà sabato 18 e sabato 25 maggio, all’Hotel Guglielmo di Catanzaro, con due sessioni giornaliere dedicate all’approfondimento delle più recenti scoperte e metodologie nel settore.
L’evento è organizzato dal Dott. Giancarlo Valenti, Direttore della Struttura Operativa Complessa di Dermatologia della A.O. “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro, e organizzato con la collaborazione dell’Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani e della Società italiana di Dermatologia e malattie sessualmente trasmesse, oltre che con il patrocinio gratuito dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria “Renato Dulbecco” – Presidio “Mater Domini” e dell’Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri di Catanzaro.
La direzione scientifica delle due giornate è affidata rispettivamente al dottor Domenico D’Amico e al dottor Pierfrancesco De Giacomo.
“In questa due giorni numerosi esperti di varie discipline specialistiche si ritroveranno per una valutazione integrata ed un approccio multidisciplinare alle più comuni e importanti patologie dermatologiche – spiega il Dottor Giancarlo Valenti -. Nella prima giornata, focalizzata sulle malattie infiammatorie come la Psoriasi e la Dermatite atopica, verranno esaminati i nuovi trattamenti innovativi, inclusi farmaci topici e sistemici come le interleuchine, che hanno dimostrato efficacia nel ridurre l’infiammazione e i sintomi associati. La Psoriasi è una delle più comuni patologie cutanee che per la sua incidenza e l’impatto psichico e lavorativo ha importanti ricadute sociali. Negli ultimi 10 anni ci sono state importantissimi aggiornamenti terapeutici che hanno fondamentalmente migliorato la vita sociale e lavorativa dei pazienti. Il corso è rivolto ai medici di Medicina Generale, specialisti ambulatoriali e medici ospedalieri allo scopo di aggiornare le conoscenze scientifiche, coordinare i vari operatori sanitari e creare un percorso terapeutico”.

“La seconda giornata si concentrerà sul Melanoma, un tumore cutaneo altamente aggressivo che occupa un posto significativo nelle classifiche dei tumori sia nel genere femminile che in quello maschile, a seconda delle diverse fasce d’età – spiega ancora il dottor Valenti -. Nonostante l’incidenza del melanoma sia aumentata nel corso degli anni, grazie alle campagne di prevenzione attive, si è assistito a un miglioramento significativo nella diagnosi precoce, che ha permesso di salvare un gran numero di vite. In alcuni paesi, come l’Australia, dove l’incidenza del Melanoma era particolarmente elevata, superando i 40 casi per 100.000 abitanti, un forte impegno nazionale nelle campagne di prevenzione ha contribuito a ridurre gradualmente questa incidenza negli ultimi dieci anni. La diagnosi precoce è fondamentale per affrontare con successo il melanoma, consentendo l’attuazione di terapie radicali e interventi tempestivi. In questo processo, il ruolo chiave del dermatologo e del medico di famiglia emerge come fondamentale: il medico di famiglia agisce come primo filtro, mentre il dermochirurgo interviene successivamente per rimuovere la lesione e, se necessario, eseguire una radicalizzazione chirurgica, risolvendo la maggior parte dei casi in modo tempestivo ed efficace”.

Parteciperanno attivamente alle giornate dermatologiche tutte le scuole dermatologiche della regione, con contributi anche dalle regioni vicine, garantendo un confronto scientifico esaustivo.
La segreteria organizzativa dell’evento è affidata all’agenzia Present&Future.

Notizie Oggi