24 C
Crotone
Aprile,12,2024

Ennesima intimidazione ai danni di Don Giacomo Panizza

Un incendio ha danneggiato un terreno gestito dalla cooperativa sociale “Le agricole” di don Giacomo Panizza, a Lamezia Terme. Le fiamme, di origine dolosa, hanno interessato alcune colture biologiche, attrezzature per l’irrigazione e una serra, anche se non si sono propagate fortunatamente a tutta l’area. Don Giacomo Panizza da oltre trent’ anni è impegnato in Calabria in iniziative di solidarietà e contro la ‘ndrangheta. Nel 1976 ha fondato “Progetto Sud”, una comunità con diverse iniziative sociali tra cui la gestione di beni confiscati. Sono diverse le intimidazioni subite negli ultimi anni, mentre sull’ultimo episodio sono in corso le indagini da parte delle forze dell’ordine.
Numerose, ovviamente, le manifestazioni di solidarietà giunte a don Giacomo Panizza dopo il nuovo atto intimidatorio subito. A partire da quella del Primo cittadino di Lamezia Terme, Paolo Mascaro. ‘Con rammarico – scrive –  leggo di una città, la nostra, nuovamente protagonista della cronaca nera per mano di criminali. Ennesima intimidazione rivolta a chi opera incondizionatamente per il bene pubblico e per il futuro di tanti che vivono ai margini della società, nell’indeterminazione dell’oggi e nella vaghezza del domani. A don Giacomo – scrive tra le altre cose –  va, a nome di tutta l’amministrazione comunale di Lamezia Terme, profonda gratitudine per il suo operare con coraggio e determinazione, sicuro del sostegno di Dio Padre e fiducioso della redenzione dei fratelli”.
‘Sia fatta, al più presto, piena luce – scrive il consigliere regionale Nazzareno Salerno – La nostra società deve condannare in maniera compatta e determinata questi gesti insensati posti in essere da forze soverchianti con lo scopo di impedire l’affermazione dei principi di democrazia e libertà ed il risveglio delle coscienze. Soprattutto, i cittadini e le Istituzioni devono collaborare per sconfiggere definitivamente chi utilizza la violenza per sopraffare ed imporre la paura. Sono convinto che don Giacomo Panizza andrà avanti sulla strada intrapresa confermando la sua voglia di affermare i veri valori e di agire costantemente per il bene della comunità”
E’ arrivata anche la manifestazione di vicinanza da parte del segretario della Camera del lavoro Cgil di Catanzaro e Lamezia Giuseppe Valentino. Scossi per nell’ennesimo atto intimidatorio ai danni della comunità Progetto Sud esprimiamo vicinanza e solidarietà a Don Giacomo Panizza, ai dirigenti ed ai lavoratori della cooperativa “Le Agricole – scrive – Una violenza che si aggiunge ai tanti episodi criminali nella città di Lamezia Terme, criminalità ed arroganza non debbono trovare spazio e la Cgil continuerà a battersi per difendere la nostra Terra da questi miserabili criminali.Si colpisce il lavoro, si colpiscono le donne, simbolo della rinascita sociale e civile. Si brucia per cancellare ciò che non può essere cancellato o distrutto con il fuoco: il riscatto che grazie al proprio lavoro questa piccola comunità è riuscita a realizzare. La Cgil è al loro fianco”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Notizie Oggi