15.7 C
Crotone
Dicembre,8,2022

ELEZIONI. CENTRO STUDI LUISS: CROLLO VOTANTI PIÙ ALTO DAL 1948

“Le elezioni del 2022 segnano uno storico e drammatico calo della partecipazione elettorale. Infatti, la diminuzione in punti percentuali rispetto alla precedente tornata è la più ampia della storia repubblicana (dal 72,9% del 2018 al 63,91% del 2022) e nella top-10 dei maggiori cali dell’Europa occidentale dal 1945 a oggi, rendendo l’Italia il quintultimo paese per affluenza alle urne nella regione”. Lo scrive il CISE, il Centro italiano studi elettorali della Luiss, diretto dal prof Lorenzo De Sio. “Come evidente, e in linea con i trend storici – si legge nel report -, si vota di più nelle regioni settentrionali piuttosto che in quelle meridionali, con Emilia-Romagna (71,97%), Veneto (70,15%) e Lombardia (70,09%) a registrare la maggiore partecipazione, a fronte dei dati più negativi riscontrati in Calabria (50,79%), Sardegna (53,15%) e Campania (53,29%)”. C’è comunque un calo generalizzato dell’affluenza in ogni regione. “Infatti, si cala ovunque almeno di oltre 5 punti percentuali rispetto al 2018, con le diminuzioni minori registrate in Sicilia (-5,33%, dove tuttavia si partiva dal dato di affluenza regionale più basso nel 2018 e si votava anche per le regionali) e nelle settentrionali Emilia-Romagna (-6,32%) e Lombardia (-6,72). I crolli maggiori si osservano al Sud, precisamente in Molise (-15,09%), Campania (-14,89%) e Calabria (-12,85%)”.

Notizie Oggi