27.7 C
Crotone
Luglio,3,2022

DOMANI IN ABBAZIA L’ULTIMO SALUTO A VICTOR E SERENA

Di Francesco Oliverio

I funerali di Victor e Serena si svolgeranno domani alle ore 11 nell’Abbazia Florense. Le salme dei due giovani arriveranno un’ora prima per il saluto dell’intera comunità, con il sindaco di San Giovanni in Fiore Rosaria Succurro che ha proclamato il lutto cittadino. Due giovani vite, due ragazzi solari, marito e moglie che hanno visto interrompere la loro vita in un tragico incidente lungo la SS107 “Silana-Crotonese” nel pomeriggio di domenica scorsa, dopo aver trascorso la mattinata con gli amici di sempre per un giro in moto. Due giovani “laboriosi” e conosciuti dall’intera comunità sangiovannese, figli di persone per bene che hanno vissuto la loro vita per il futuro delle loro famiglie. Un silenzio attonito ha dettato il tempo di San Giovanni in Fiore. Un silenzio che ha fatto “rumore”, un rumore interrotto solo dalle lacrime e dai tanti messaggi d’affetto e vicinanza presenti sui social per ricordare Victor e Serena. Victor, appassionato di macchine e giocatore “orgoglioso” della Silana FC 2019; Victor tifoso sfegatato del Cosenza e della Juventus; Victor appassionato di musica latino-americana, una passione per il ballo che condivideva con la sua anima gemella Serena. Una condivisione totale dell’intera giornata con i due ragazzi che trascorrevano insieme anche le ore lavorative, nell’azienda di famiglia, sempre con il sorriso sulle labbra. Serena e la sua educazione, Serena ed il suo sorriso dietro un registratore di cassa e per strada, ennesima riprova della sua bontà che traspariva in ogni sua azione quotidiana. Victor e Serena, due giovani vite spezzate da un destino atroce che li attendeva dietro l’angolo, un destino che nessuno a Fiore potrà mai accettare. Un dolore troppo grande da poter sopportare, un dolore che resterà indelebile in tutte quelle persone che hanno avuto la fortuna di incrociare un loro sguardo e di poter godere di un loro sorriso sincero. Un dolore che porterò dentro di me, sapendo che mai potrò dimenticare la vostra bontà d’animo! Ed ogni qualvolta entrerò al “Marulla”, Victor ricorderò la tua prima domanda quando ci incontravamo: “Pizzikì ne salvamu?” e ti risponderò sempre più convinto, “certo ca ne salvamu e prima o poi andiamo in Serie A!”

Notizie Oggi