18.4 C
Crotone
Maggio,25,2024

Denise Galatà morta per annegamento. Lo ha stabilito l’esame autoptico

È morta per annegamento Denise Galatà, la studentessa diciannovenne finita martedì scorso nelle acque del fiume Lao, a Laino Borgo, sul Pollino, mentre faceva rafting insieme ad un gruppo di compagni e professori del liceo statale “Rechichi” di Polistena, in provincia di Reggio Calabria, con i quali era in gita scolastica. Lo ha stabilito l’autopsia eseguita sul corpo della ragazza nell’ospedale di Corigliano Rossano su disposizione della Procura della Repubblica di Castrovillari, che ha aperto un’inchiesta per accertare eventuali responsabilità per la morte della studentessa. L’esame autoptico è stato effettuato dall’anatomopatologo Biagio Solarino, dell’università di Bari. Si attende adesso che la salma di Denise Galatà venga consegnata dalla Procura di Castrovillari ai familiari della ragazza per la celebrazione dei funerali, che potrebbero svolgersi dopodomani, domenica. Per il giorno delle esequie le Amministrazioni comunali di Rizziconi, dove la giovane risiedeva, e di Polistena, il comune in cui andava a scuola, hanno proclamato il lutto cittadino.

Notizie Oggi