38 C
Crotone
Luglio,30,2021

CALABRIA, SINDACATI: SERVONO RIFORME VERE, NON C’È PIÙ TEMPO

“Alla Calabria serve un piano straordinario per il lavoro, misure adeguate per l’istruzione, per la salute, per la legalità. Servono azioni concrete del Governo nazionale e legislazioni speciali per l’occupazione. Non c’è più tempo per la Calabria, il tempo è adesso”. Lo sostengono i segretari generali calabresi di Cgil, Cisl e Uil, Sposato, Russo e Biondo. “Occorre oggi aprire un dibattito pubblico sui destini della Calabria in un contesto nazionale dove si faranno scelte irreversibili sugli investimenti, sullo sviluppo, a partire dal fare chiarezza sul Pnrr. Come le misure del Piano impatteranno sullo sviluppo e l’occupazione nel Sud e nella Calabria ne discuteranno i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Maurizio Landini, Luigi Sbarra, Pierpaolo Bombardieri a Siderno il 26 luglio. Il ruolo della politica locale, regionale, delle amministrazioni locali del mezzogiorno deve essere adeguato alle sfide. Ad oggi non ci siamo proprio. Invece di alimentare un piano per l’occupazione vero, assistiamo alle campagne elettorali sul precariato, sulle rovine della Calabria, sulla sanità morente, sulla povertà, senza un minimo impegno e dibattito pubblico su come costruire opportunità vere e proposte che diano un orizzonte ai territori, alle aree interne, alle famiglie, ai giovani, alle donne. Alla Calabria non serve un nuovo esercito di precari, ma occorre sbloccare i concorsi nelle amministrazioni pubbliche in tutti i settori (sanità, enti locali, giustizia, scuola). Servono riforme vere – concludono i sindacalisti – per fare diventare la Calabria una regione normale. Su questi temi siamo disponibili al confronto”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Notizie Oggi