24 C
Crotone
Settembre,26,2022

RENZI: DIAMO UNA MANO A CHI NON CE LA FA MA CREANDO POSTI DI LAVORO

“Io sono per il lavoro, non per il reddito di cittadinanza in questo modo. Certo che dobbiamo dare una mano a chi non ce la fa. Certo che chi è povero deve essere sostenuto, ma bisogna aumentare gli stipendi, bisogna creare posti di lavoro, bisogna combattere la criminalità. Non si può educare all’odio ed alla violenza. Il presidente Conte ieri ha insultato noi, ma, soprattutto, ha insultato, le istituzioni”. Lo ha detto Matteo Renzi parlando con i giornalisti a Lamezia Terme. “Quando io sono diventato presidente del Consiglio – ha aggiunto Renzi – per la povertà c’erano 20milioni di euro; quando ho lasciato la campanella a Gentiloni, sulla povertà c’erano 2. miliardi e 700 milioni di euro. Cosa vuol dire? Che bisogna mettere i soldi per la povertà per creare posti di lavoro ma quello che serve è un lavoro pagato bene. Questa è la differenza, che porta via il Mezzogiorno dal ricatto morale dell’assistenzialismo. Allora, creiamo posti di lavoro evitiamo che i giovani del sud debbano emigrare”.

Notizie Oggi