38 C
Crotone
Luglio,30,2021

LIRICA, IL SOMMO POETA DANTE ALIGHIERI CELEBRATO A CROTONE

Dante Alighieri, il Sommo Poeta, simbolo della cultura italiana nel mondo, è stato celebrato anche a Crotone, in occasione del VII Centenario della sua morte. L’importante concerto dal titolo “Ne li occhi porta la mia donna Amore” – Il canto del poeta, musica e poesia sui versi di Dante – organizzato dalla Società “Dante Alighieri” di Crotone, fortemente voluto dalla sua Presidente Prof.ssa Antonella Cosentino, ha avuto tre interpreti d’eccezione: il noto soprano Teresa Cardace, il pianista e compositore Rodolfo Saraco e la giovane attrice Antonia Gualtieri, tutti e tre di Crotone ma già conosciuti ed apprezzati a livello nazionale ed all’estero. È stato un concerto per un pubblico “di nicchia”, abituato ad esecuzioni singolari ed originali, con un programma dove la declamazione dei versi tratti da “La Vita Nova” e la “Divina Commedia” e interpretati in maniera intima e delicata da Antonia Gualtieri lasciavano il passo al canto, ora declamato, ora lirico di Teresa Cardace ed al pianismo raffinato di Rodolfo Saraco. L’opera letteraria di Dante ha dato da sempre ispirazione a innumerevoli compositori classici e moderni; gli stili compositivi degli autori eseguiti sono molto personali e legati al periodo in cui sono vissuti: nei 4 Sonetti di Mario Castelnuovo – Tedesco tratti da “La Vita Nova” troviamo spesso armonie statiche e basate su sovrapposizioni di quarte, interrotte da ardue dissonanze, passaggi contrappuntistici e passaggi politonali, a differenza del quasi coetaneo Riccardo Zandonai, il cui stile diverso ascoltato nell’esecuzione dell’ aria “Paolo, datemi pace” tratta dall’opera “Francesca da Rimini” propende fortemente per un linguaggio tonale, sebbene differente dai brani degli autori ottocenteschi Giacomo Puccini (Storiella d’amore) Giuseppe Verdi (Ave Maria) e Ciro Pinsuti (Tanto gentile e tanto onesta pare), il cui stile rimanda spesso alle sonorità e alle forme tipiche dell’opera lirica. Il numeroso pubblico intervenuto nella elegante Corte di Palazzo Giunti, ha seguito in religioso silenzio e vari i momenti di intensa partecipazione culminati in un calorosissimo applauso ai tre grandi interpreti!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Notizie Oggi