23.3 C
Crotone
Giugno,17,2021

LETTA E CONTE INSIEME IN CALABRIA LA PROSSIMA SETTIMANA. DEMA SI FA AVANTI

La prossima settimana il segretario Pd Enrico Letta e il leader designato del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte potrebbero venire insieme in Calabria. Lo scrive il Fatto. Non hanno ancora trovato un nume di sintesi e tuttavia sembrerebbe resistere la candidatura di Nicola Irto, il quale nei giorni scorsi aveva annunciato la sua volontà di fare un passo indietro. Ma la novità delle ultime ore è l’apertura di Luigi De Magistris. Letta e Conte insomma hanno necessità di scendere in provincia per capire cosa e come mettere insieme una coalizione che si giocherà la partita per vincere. Proprio a questo proposito l’ex PM di Catanzaro ha chiesto di costruire il laboratorio Calabria uscendo fuori dallo schema partitico tradizionale. Lo fa con un’intervista al Mattino di Napoli e indica anche un modello. Guarda all’Emilia Romagna, dove “con Bonaccini che è un leader del Pd, c’è stata l’apertura verso le Sardine e non ci sono stati i simboli dei partiti. Ricordo che in Calabria se non fossi in campo io il centrodestra avrebbe già vinto. Anzi, senza simboli molti del centrodestra non vedono male la mia candidatura”. Dunque, sembra chiara l’intenzione di De Magistris di aprire un dialogo con i vertici di PD e 5Stelle. Il Sindaco di Napoli sottolinea di avere con lui pezzi di PD e M5S, sostenendo quindi che senza il suo apporto vincerebbe il centrodestra. Poi diventa anche arrogante, sostenendo che democratici e pentastellati rischierebbero di non arrivare alla soglia di sbarramento: l’8%. Ma – dice la cosa importante è la Calabria, a Napoli l’accordo l’hanno fatto. Il dialogo non è ancora consumato del tutto e passa per la Calabria. Finora i segnali sono che non mi vogliono. Conte non mi ha chiamato ancora, prima di discutere di ogni cosa vediamo se vogliono dialogare con noi». De Magistris avrebbe parlato con Francesco Boccia, che si sta occupando delle elezioni di ottobre per conto del PD. “Ho rapporti buoni con i vertici del Pd e del M5S. Ma dal Pd non hanno fatto una proposta di dialogo: dopo avermi detto che sono una grande risorsa per il Paese mi hanno chiesto di farmi da parte per trovare una candidatura che potesse unire. Se sono una grande risorsa – ho parlato con Francesco Boccia – come mai non posso esserlo per la Calabria?”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Notizie Oggi