9 C
Crotone
Aprile,20,2021

EMERGENZA COVID, LA LUNGA NOTTE DELL’ANNUNZIATA

È ormai piena emergenza Covid all’Annunziata di Cosenza. È stata una lunga notte di attesa e di tensione al Pronto Soccorso cosentino con ambulanze in coda e pazienti in attesa nell’area triage con una situazione che sta diventando ancora più drammatica per la mancanza di personale sanitario, mentre scarseggiano le bombole di ossigeno e non ci sono più posti letto nei reparti Covid e in Terapia intensiva. Scene drammatiche che si ripetono in questa terza ondata a distanza di alcuni mesi. Tra i pazienti in fila però non sono solo persone affette da Covid ma anche affette da altre patologie e bisognose di cure. La struttura cosentina è ormai sotto pressione con una situazione che rischia di esplodere se non si trovano soluzioni alternative immediate. Drammatica anche la situazione dei tamponi al laboratorio dell’Annuziata con circa 800 in attesa di essere processati. È di ieri una comunicazione da è parte del responsabile del laboratorio ai vertici Asp di non poter più ricevere tamponi dagli ambiti territoriali e dagli altri ospedali, poiché non saranno più in grado di processarli per mancanza di reagenti. Dati drammatici che vanno ad aggiungersi a quelli dell’Agenas che confermano la sofferenza delle strutture sanitarie in Calabria. Le aree mediche con 10 nuovi ingressi ha un saldo di 439 ricoverati con un tasso di occupazione del 47% (la soglia dell’allerta è al 40%).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Notizie Oggi