20 C
Crotone
Maggio,6,2021

CROTONE IN B ARITMETICAMENTE. L’INTER FA FESTA CON HERIKSEN E HAKIMI

Il Crotone saluta la Serie A con quattro giornate di anticipo. Ma la speranza di molti è che sia solo un arrivederci. Spera che lo sia soprattutto Gianni Vrenna che prima della gara, ai microfoni di Sky, non ha fatto mistero di un immediato ritorno fin dalla prossima stagione. «Ormai siamo una realtà del calcio italiano e abbiamo dimostrato di poter competere in Serie A. Lavoreremo per ritornarci il prima possibile, magari il prossimo anno». La gara contro l’Inter aveva un pronostico ben definito e anche la gara non ha tradito le aspettative. I nerazzurri segnano colpiscono due pali nel primo tempo e segnano due gol nella ripresa e si cuciono praticamente lo scudetto sulla maglia, bisognerà aspettare forse domani o al massimo la prossima settimana. Gara senza storia, si diceva, con le due squadre in campo col massimo delle potenzialità ma gara giocata al piccolo trotto almeno per un’ora. Fino a quando Conte non ha operato tre cambi e la partita ha preso un’altra direzione. I gol di Eriksen e di Hakimi hanno fatto la differenza anche se il Crotone ha ben figurato col solo neo di non aver mai tirato in porta. Messias è stato annullato da una marcatura asfissiante e non avendo altri giocatori con tale spessore è chiaro che il Crotone abbia prodotto poco. Adesso non rimane che cominciare a lavorare per la prossima stagione visto che tutti i prestiti torneranno alle loro destinazioni (Pedro Pereira, Reca, Djidji, Ounas) e sicuramente partiranno Simy e Messias. E poi c’è il capitolo allenatore. Difficile che Cosmi resti, bisognerà capire poi chi guiderà i rossoblù in quella che la società si augura possa essere la stagione dell’immediato ritorno in A. Perché tra due anni il calcio crotonese festeggerà i cento anni di storia e cosa più bella non c’è che festeggiare il secolo di vita con le big nel calcio che conta.

CROTONE – INTER 0-2

Marcatori Eriksen al 24’, Hakimi al 47’ s.t.

Crotone (3-5-2) Cordaz 6; Djidji 6,5, Golemic 6, Magallan 6; Molina 5, Messias 5,5, Cigarini 6 (dal 1’ s.t. Eduardo 5), Benali 5,5 (dal 21’ s.t. Vulic 5), Reca 6 (dal 38’ p.t. Pedro Pereira 5); Ounas 6,5 (dal 27’ s.t. Riviere s.v.), Simy 5,5. A disp: Festa, Crespi, Marrone, Cuomo, Petriccione, Rojas, Rispoli, Zanellato. All. Cosmi 5,5

INTER: Handanovic 6; Skriniar 6,5, De Vrij 6,5, Bastoni 6,5; Hakimi 7, Barella 6,5, Brozovic 6, Sensi 5,5 (dal 21’ s.t. Eriksen 7), Darmian 5 (dal 21’ s.t. Perisic 6); Lukaku 6,5, Lautaro 6 (dal 21’ s.t. Sanchez 6). A disp: Padelli, Radu, Ranocchia, D’Ambrosio, Gagliardini, Vecino, Young, Pinamonti. All. Conte 6,5

Arbitro: Prontera di Bologna 6
Ammoniti: Brozovic (I), Riviere (C), Eriksen (I)

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Notizie Oggi