11 C
Crotone
Aprile,17,2021

COSENZA, VITTORIA DEL CUORE. LA PRIMA AL MARULLA DOPO 7 MESI

E’ la vittoria del cuore e del cambio modulo per il Cosenza di Occhiuzzi, dal 3-4-1-2 al 4-3-2-1, che conquista la prima vittoria casalinga al Marulla. Una vittoria che mancava dallo scorso 31 luglio dello scorso anno con la Juve Stabia nella serata della salvezza (3-1). A regalare l’intera posta in palio un’autorete clivense di Renzetti all’11. Il resto è stata una prova tutto carattere e grinta. CRONACA – Occhiuzzi cambia modulo e si presenta in campo con il 4-3-1-2: Falcone trai pali, sulla linea difensiva Corsi, Ingrosso, Idda e Legittimo, a centrocampo Gerbo, Petrucci e Sciaudone, Tremolada dietro il duo Trotta-Gliozzi. Aglietti risponde con il 4-4-2: Mogos, Leverbe, Rigione, Renzetti, davanti a Semper; sulla mediana Ciciretti, Palmiero, Obi e Canotto, in avanti Fabbro e De Luca. Parte forte il Cosenza che al 3′ ci prova con Sciaudone che sfiora il palo. Clivensi che si vedono al 9′ con un diagonale di Canotto, respinto in angolo da Falcone. Due minuti più tardi arriva il vantaggio del Cosenza. Sugli sviluppi di un corner battuto da Corsi, con Renzetti che batte il portiere Semper (1-0). La risposta dell’undici di Aglietti non si fa attendere. Occasione per Ciciretti che si vede respingere la conclusione da Falcone. Un bell’inizio di partita con il Cosenza che controbatte con la conclusione di Trotta al 20′. Chievo pericoloso al 29′ con Canotto sfiora il palo. Ospiti che sfiorano ancora il pari con Fabbro, ma Falcone è attento e respinge. Sul finire della prima frazione Ciciretti serve in area Canotto: conclusione lenta e Falcone blocca. Al 60′ Aglietti effettua un doppio cambio: entra Garritano per Ciciretti e Margiotta per De Luca. Al 63′ è Mogos a tentare la fortuna da fuori area, dopo una corta respinta della difesa calabrese, ma la sua conclusione si spegne al lato. Ancora una buona occasione per i clivensi: Fabbro fa la sponda per Margiotta, che dai trenta metri sfiora il sette. Al 66′ Occhiuzzi richiama Gerbo ed inserisce Crecco. Al 70′ ancora cambi. Il Chievo prova le carte VIviani e Di Gaudio al posto di Palmiero e Canotto, mentre il Cosenza richiama Gliozzi per Tiritiello. All’82’ ultimo slot di cambi per Occhiuzzi: Ba per Sciaudone, Carretta per Tremolada e Mbakogu per Trotta. Aglietti prova la carta Bertagnoli, richiamando Obi. La squadra di Aglietti si rende pericolosa al 43′ con Di Guadio, ma il suo colpo si testa non impensierisce Falcone. Al primo di recupero Mbakogu serve Caretta, che da buona posizione spreca una buona occasione. Il Chievo non molla: il cosentino Garritano impegna Falcone in amgolo. Cosenza in difficoltà e Chievo che spinge alla ricerca del pari. Dopo 5′ di recupero ed una conclusione del cosentino Garrritano, respinta da Ba, Mariani fischia la fine. Sette mesi dopo il Cosenza conquista la prima vittoria al Marulla.

Notizie Oggi