37 C
Crotone
Luglio,30,2021

BRUNI: PRIMO IMPEGNO PROTEGGERE IL NOSTRO MARE

“Il primo impegno che prendo con i calabresi e con i turisti è quello di promuovere a novembre un piano regionale straordinario sulla depurazione, partendo dai comuni montani e collinari non collettati alle reti fognarie e al sistema depurativo. È necessario rivedere la governance degli impianti esistenti aiutando i Sindaci nella gestione, che dove sia possibile deve tornare pubblica. Il mare non è un contenitore dove si può versare tutto, ma un ecosistema complesso che oltre alla balneazione fornisce servizi ecosistemici straordinari, tra i quali il 50% dell’ossigeno che respiriamo. Proteggendo il mare, proteggiamo la nostra salute e la nostra economia”. Amalia Bruni, candidata del centrosinistra alla Presidenza della Regione, entra nel merito delle questioni amministrative. E sulla stessa linea si ritrova il PD regionale. “Il mare calabrese è tra i più belli al mondo, preservarne la salubrità e la limpidezza delle acque è per il Partito un impegno doveroso verso le attività economiche legate al turismo, al settore della pesca e dell’acquacoltura” ha aggiunto il commissario regionale Stefano Graziano. Intorno al mare calabrese era intervenuta la CISL con un appello del segretario regionale della Cisl ad assumere un impegno politico chiaro sul tema della tutela del mare. Sarà questo uno dei nodi centrali dell’agenda politica del prossimo Consiglio regionale. Occorrerà intervenire su più fronti; dalla gestione delle fiumare e dei corsi d’acqua più piccoli, troppo spesso sedi di scarichi abusivi, al modello di depurazione. Il mare peraltro è una enorme riserva alimentare. Tutelarlo non può ridursi alla necessità di mostrare acque cristalline durante i mesi estivi; serve una visione che affronti la questione ponendola al centro di tutte le problematiche ambientali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Notizie Oggi