15.1 C
Crotone
Febbraio,25,2024

Crotone e Benevento non si fanno male. Emozioni ma niente gol. Un pareggio che serve a poco

Crotone – Benevento finisce senza vincitori e senza sconfitti. Un pareggio bello, intenso, un calcio anche di qualità ma alla fine un punto a testa serve poco per come la classifica si è dipanata in questo turno. Zauli è da settimana che fa la conta con i residenti dell’infermeria e riesce a sfrattane davvero pochi. E anche in questa circostanza l’elenco è stato lungo. Al punto che la difesa mandata in campo era praticamente inventata con un solo centrale di ruolo e due esterni adattati. Il Benevento torna casa con maggior rammarico per aver  prodotto di più, è andato molto più vicino del Crotone al bersaglio grosso, ha colpito un palo, ha impegnato il portiere di casa Dini in un paio di interventi salva-risultato e ha anche sbagliato a pochi passi dalla porta. Insomma ha tutto il diritto di recriminare sullo 0-0 che di buono ha solo quello di non aver mosso la casella dei gol incassati di entrambe le squadre. Tornando al Crotone se in difesa Zauli ha dovuto fare Mago Zurlì e inventarsi i tre di dietro, anche in mezzo il tecnico di Fano ha dovuto fare qualche capriola inventandosi un sontuoso Zanellato come diga di centrocampo. Avrebbe, e qui il condizionale è d’obbligo, dovuto dargli una mano Vitale che invece ha giocato un’altra partita. Mai nel cuore del gioco, anzi spesso avulso e spaesato quando il pallone gli capitava tra i piedi. Un po’ la stessa cosa di Giron che si è visto solo i primi 10-15 minuti e poi è scomparso. Davanti la coppia Gomez – Tumminello fatica perchè da dietro non arrivano rifornimenti (Vinicius era ko e Felippe in panca) e di palloni giocabili se ne sono visti davvero pochi. Fa qualcosa Tribuzzi ma poca roba. Meglio il Benevento che colpisce un palo con Nardi, chiama Dini ad una paratona su punizione di Ciciretti e anche su un’uscita alla disperata su Starita e nel secondo tempo vede la sua tachicardia schizzare a mille quando Ciciretti da due passi la butta fuori. Alla fine tutti infelici e scontenti. Brindano tutti quelli che stanno davanti in classifica al Crotone e al Benevento, soprattutto la Juve Stabia. E ora sotto con altre due partite tra giovedì e domenica.

Notizie Oggi